di Luca Baiocco

8° giornata di Eccellenza
MONTEFANO – SAN MARCO SERVIGLIANO LORESE

Il Montefano è atteso dalla sfida interna con la San Marco Lorese e dovrà tenere gli occhi ben aperti. Basta ridurre un attimo la soglia della concentrazione per mandare all’aria quanto di buono raccolto (vedi gli ultimi minuti con l’Azzurra Colli). Un match nel quale i Viola sono chiamati all’attenti perchè l’avversario non è da sottovalutare, anzi. I tre punti sono quanto mai importanti per continuare a tenere una posizione che faccia avere sonni più o meno tranquilli. L’esperienza insegna che ogni domenica non ci sono favorite e ogni risultato è possibile. Tutti corrono e sono alla ricerca di punti per mettere “fieno in cascina” e il Montefano ha l’obbligo di tenere il passo.

Una formazione della San Marco dello scorso anno

Affrontare la partita leggendo la classifica è la mossa più nociva che si possa fare per tutto l’ambiente del Montefano. La società e la squadra conoscono i valori della compagine di Servigliano. Per questo ci sarà da adottare misure ancor più cautelative e prudenti possibili. Unite a una determinazione maggiore e una voglia di prendersi quello lasciato dolorosamente sul campo, al Comunale dell’Immacolata, due settimane fa.
Il Montefano è conscio di affrontare un leone ferito e non scorderà che lo scorso anno fu difficilissimo spuntarla. Sa anche che, se gioca al massimo delle capacità, può mettere in difficoltà chiunque.

I 9 punti dei Viola in 7 giornate equivalgono a un centro classifica che, se letto tra le righe (questa volta in maniera razionale), dice anche che nel giro di pochi punti (4) si va dal 5° al 14° posto. Quindi bastano un paio di gare azzeccate o sbagliate per passare dalle stelle alle stalle e viceversa. Unico antidoto a questa situazione: la continuità di risultati. Quella che il Montefano deve perseguire assolutamente dopo il punto portato via a Sassoferrato (1-1 con gol di Latini).

Vincenzo Morreale, mr della San Marco

La San Marco Lorese ha nel suo condottiere la figura di Vincenzo Morreale. Il 52 anne nativo di Civitanova è uno che mastica molto bene l’Eccellenza. Due stagioni fa ha portato il Porto Sant’Elpidio a una salvezza insperata, data la situazione in cui si trovava, infilando una serie impressionante di risultati positivi. Grottammare, Trodica e Montegranaro le altre panchine nel massimo campionato regionale. Il tecnico può contare su un portiere di affidamento come Testa (ex Civitanovese), su difensori di livello come Mallus, Pompei, Tomassetti, sull’esperienza di Iuvalè e Censori, l’intraprendenza di Gesuè, il talento e i gol del capitano Giorgio Galli. Mancherà uno dei tasselli fondamentali, cioè Gabaldi, fermato dalla squalifica insieme a Paglialunga.

La San Marco Lorese venderà cara la pelle e di sicuro non mollerà un centimetro. A maggior ragione sapendo che, con una prova positiva, in poco tempo si possono raddrizzare le cose. Ne è certamente consapevole Morreale, come rilasciato ai microfoni di Tribuna Stadio: “Bisogna assolutamente fare punti, sapendo che a Montefano non sarà una passeggiata. Le mie sensazioni non sono negative, ma dovremo stare più calmi e attenti nell’affrontare le partite. E’ vero che la classifica ci vede all’ultimo posto, ma è altrettanto vero che nel giro di pochissimi punti ci sono tante squadre. Quindi la situazione appare recuperabile.”
La San Marco ha sempre concesso pochi gol alle avversarie: 6 in 7 giornate. Vale a dire 3 in meno del Montefano e tanti quanti le prime 3 della classe. Meglio hanno fatto solo Castelfidardo (3), Atletico Alma e Grottammare (5). Sintomo che la squadra è sempre viva e in partita fino alla fine.

D’altra parte anche il DS viola Roberto Conti non nasconde la insidie. Queste le sua parole al Resto del Carlino: “Siamo attesi da una sfida interna delicata perchè la San Marco Lorese ha individualità importanti e ha la necessità di muovere la classifica. Non possiamo permetterci di sbagliare e di abbassare la concentrazione in una gara dal valore doppio.”

Passata la notte delle streghe, Montefano-San Marco Servigliano Lorese sarà allora un “dolcetto“, come medicina salutare e iniezione di fiducia, o uno “scherzetto” degli ospiti che complicherebbe il percorso viola ?

Non resta che sostenere i ragazzi allo Stadio Comunale dell’Immacolata ! Domenica 3 Novembre, ore 14:30 ! Tutti insieme !

Forza Viola !

Condividi con:
Luca Baiocco addetto stampa Montefano Calcio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.