ECCELLENZA – Il ritorno in campo del Montefano dopo il turno di riposo della scorsa settimana. Ne parliamo con il centrocampista viola Matteo Palmucci

Dopo il turno di riposo il Montefano si rituffa nel campionato di Eccellenza e lo fa con l’impegno forse più proibitivo che i viola potessero avere. La trasferta in casa della capolista e imbattuta Vigor Senigallia in programma per domenica 14 novembre alle 15.00 rappresenta un vero banco di prova per gli uomini allenati da mister Paolo Menghini. I viola vogliono dare continuità all’ultima vittoria per 1-2 sul campo del Porto Sant’Elpidio, ma dovranno sfoderare una prestazione perfetta per uscire indenni dal “Bianchelli”.

Ne è consapevole il centrocampista del Montefano Matteo Palmucci che commenta così: “Sicuramente sarà una partita tosta ed estremamente difficile. Hanno dimostrato di meritare il primo posto in classifica e non hanno mai perso. Hanno giocatori di assoluto valore, in tanti ruoli anche i più forti del campionato. Dovremo essere compatti e cattivi come abbiamo fatto nell’ultima gara, anzi di più se vogliamo riuscire a fare un risultato positivo. Inoltre speriamo di recuperare in settimana qualche indisponibile per presentarci nel modo migliore e al completo”.

Una sfida allo stesso tempo stimolante, per blasone e forza dell’avversario, nella quale i viola avranno anche un pizzico di cattiveria in più per provare a cancellare il pesante poker rimediato nella scorsa primavera dagli uomini di Clementi. Se i vigorini viaggiano a gonfie vele nei piani nobili della graduatoria, i viola sono appena sopra la zona playout che vogliono evitare per raggiungere quanto prima la salvezza diretta in un campionato così difficile.

Foto di Gianmaria Matteucci, YouTvrs

“Penso che in questi ultimi anni il livello dell’Eccellenza sia stato molto alto e tutte le squadre siano ben attrezzate” – afferma Palmucci – “Credo che sarà il solito campionato equilibrato dove le partite, che non sono mai scontate, nemmeno tra la prima e l’ultima, vengono decise da episodi. È vero che ci sono tre o quattro squadre più attrezzate, però occhio a qualche sorpresa. Chi lavora bene ed è costante può lo stesso arrivare in alto”.

Il Montefano sarà ora atteso da tutte partite ad alto coefficiente di difficoltà fino al termine del girone di andata. Il centrocampista classe ’97 analizza gli aspetti sui quali lavorare per cercare di guadagnare quanti più punti possibili in ottica salvezza. “Contro squadre così forti dobbiamo cercare di fare meno errori tecnici possibili in qualsiasi zona del campo e sfruttare al massimo le occasioni che avremo sotto porta. Dobbiamo affinare la costruzione del gioco in maniera da essere più efficaci possibili e colpire quando ne avremo la possibilità”.

Il centrocampista viola, alla sua 8° stagione al Montefano, può sicuramente essere l’arma in più della squadra in questo rush prima di Natale. E’ tornato da un paio di settimane dopo un piccolo affaticamento ed ha recuperato in pieno durante la sosta. Ora è di nuovo pronto ad inventare con le sue qualità e la sua fantasia per essere decisivo per il suo Montefano. Sia da centrocampista, dove lo sta impiegando finora mister Menghini, che, all’occorrenza, da uomo più avanzato.

(Luca Baiocco)

Condividi con:
Responsabile Stampa, Comunicazione e Social Media Montefano Calcio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.