ECCELLENZA – Il Montefano esce sconfitto alla prima gara stagionale in casa contro un cinico e forte Porto d’Ascoli

MONTEFANO-PORTO D’ASCOLI 1-2

MONTEFANO: Rocchi, Donnari (69′ Palmucci), Galassi, Carotti, Lapi, Moschetta, Bianchi (56′ Polidori), Gigli (80′ Sopranzetti), Mastronunzio, Jachetta (85′ Pucci), Bonacci (67′ Latini).
A disp: Palmieri, Orlietti, Vipera, Cingolani.
Allenatore: Roberto Lattanzi

PORTO D’ASCOLI: Testa, Petrini, Orsini, Evangelisti, Passalacqua, Sensi, Mattioli (80′ Cinaglia), De Cesare (91′ Schiavi), Shiba (72′ Massi), Napolano, Battista (62′ Rossi).
A disp: Cannella, Abbaticchio, Traini, Vannicola, Ruggeri.
Allenatore: Donatello Zappalà

Arbitro: Mangani di Arezzo (Bilò e Busilacchi di Ancona)

Reti: 26′ De Cesare, 38′ Mastronunzio, 69′ Rossi

Ammoniti: Napolano, Petrini, Orsini, Carotti, Galassi

Rec: 2’+5′

Un Porto d’Ascoli cinico e quadrato passa contro il Montefano in un Comunale dell’Immacolata  ancora purtroppo chiuso ai tifosi. La squadra di Zappalà esprime davvero un buon calcio nella prima frazione e nella ripresa capitalizza e sfrutta l’unica vera occasione nei piedi di Napolano e compagni. Il Montefano che l’aveva raddrizzata con Mastronunzio, come una settimana fa a Fossombrone, mastica molto amaro. Gli uomini di Lattanzi alzano il livello della qualità del gioco nel secondo tempo, complice forse anche il cambio di modulo, e attaccano a testa bassa per agguantare un quanto meno meritato pari, per quello che si è visto in campo. Gli ospiti d’altra parte si mostrano solidi, confermando le impressioni alla vigilia del campionato e festeggiano la prima vittoria con le reti di De Cesare e Rossi.

CRONACA 1° TEMPO

Il Porto d’Ascoli aggredisce con la quinta l’inizio di gara. Subito al 1’ Battista guadagna il fondo e crossa sul secondo palo per la testa di Shiba. Rocchi è chiamato al miracolo all’angolino basso. Preme ancora la formazione ospite al 4’ con un interessante calcio piazzato da posizione defilata di Napolano. La palla attraversa tutta l’area e sibila vicino al palo lontano senza che nessuno le devi. Il Montefano nei primi minuti deve contenere un Porto d’Ascoli che sembra straripante per intensità e decisone nelle giocate. I Viola provano a scuotersi al 9’ con un profondo lancio dalle retrovie di Moschetta per il taglio in area di Bonacci, l’attaccante non aggancia di un non nulla da ottima posizione davanti a Testa. Però la prima vera ghiotta occasione per i locali è al 13’ quando Gigli dalla bandierina pesca il movimento di Moschetta. Il centrale si libera dalla marcatura e  impatta di prima la sfera con l’interno destro, ma la sua conclusione angolata chiama Testa all’intervento prodigioso.

Il Porto d’Ascoli insiste e crea superiorità nella metà campo del Montefano con le giocate sulle fasce di Napolano e Battista, infatti al 26’ la sblocca. De Cesare riceve la sfera al limite dell’area da un’azione di rimessa laterale, prende la mira e la mette a giro sul palo lontano. Nulla da fare per Rocchi, eurogol dell’ex capitano del Grottammare che fa 0-1. Il Montefano con il tempo prende fiducia e prima dell’intervallo la riaddrizza. Al 39’ Mastronunzio raccoglie una palla vagante nei pressi della difesa ospite, se la addomestica e lascia partire un mancino potente che sbatte sulla traversa e finisce in fondo al sacco a Testa battuto per l’1-1. Al secondo minuto di recupero c’è tempo anche per una conclusione mancina di Jachetta dai 20 metri, palla a lato di poco. Si va negli spogliatoi in perfetta parità.

CRONACA 2° TEMPO

Nel secondo tempo mister Lattanzi ridispone i suoi con un 442. Jachetta prende posto al fianco di Mastronunzio, Bonacci e Bianchi si dispongono sulla linea dei centrocampisti con Carotti e Gigli al centro. Il cambio sembra fruttare sin dai primi minuti, il 10 viola tra le linee crea non pochi grattacapi alla retroguardia ospite. Proprio l’ex Valdichienti al 55’ tenta un’altra botta con il sinistro dai 30 metri, Testa blocca in due tempi con l’assistenza di Passalacqua. Dieci minuti più tardi capita la seconda vera palla gol sui piedi della “vipera”. Bonacci sul secondo palo spizza il cross dal calcio piazzato di Jachetta, Mastronunzio se la ritrova al volo e non ci pensa due volte a calciare da posizione defilata. La conclusione questa volta è alta sulla traversa. La formazione ospite intanto ha perso metri e pallino del gioco, accusando forse un comprensibile calo di lucidità e freschezza a questo punto del campionato. Ma all’unica vera occasione dei secondi 45’ il Porto d’Ascoli fa male ai viola in maniera decisiva. Al 69’ dal piede educato di Napolano nasce un passaggio filtrante al limite che premia l’inserimento in area del neo entrato Rossi. Il mancino di prima e in diagonale sorprende Rocchi sul primo palo e riporta in vantaggio il Porto d’Ascoli sul 1-2. Il Montefano avendo ormai poco nulla da perdere si butta in avanti con decisione, costringendo gli avversari sulla difensiva.

Al 75’ Carotti inventa un suggerimento morbido in area per Latini che di prima e spalle alla porta colpisce bene di testa. L’estremo difensore ospite è chiamato al riflesso con la mano di richiamo per salvare il prezioso vantaggio appena acquisito. Due minuti più tardi ecco un altro guizzo dei viola che non ci stanno a perdere nel debutto stagionale in casa. Lattanzi manda in campo Palmucci per avere più soluzioni offensive e piedi dai quali inventare qualcosa di buono per i suoi. Lo stesso classe ‘97 non si fa attendere e al 77’ riceve sulla trequarti per poi preparare il destro dalla distanza che per poco non sorprende Testa. Il portiere ex San Marco Servigliano è bravo a smanacciare in corner sull’insidiosa conclusione che schizza anche sul terreno reso scivoloso dalla pioggia. L’inerzia della gara ormai è chiara con la formazione di Zappalà che si affida ai contropiedi e alla qualità dei suoi attaccanti per gestire il prezioso risultato.

Il Montefano ci prova in ogni modo fino alla fine, anche con la freschezza di Sopranzetti e Pucci. A due minuti dalla fine Palmucci appoggia al limite dell’area per Sopranzetti che si coordina con il destro di prima, forte e angolato che però non trova gloria nella porta di Testa. Fuori veramente di poco nel rammarico generale nel quasi deserto del Comunale dell’Immacolata. A tempo quasi scaduto il Porto d’Ascoli ha anche la palla della sicurezza con Rossi che defilato in area conclude chiamando Rocchi a metterla in angolo. Gli ospiti la gestiscono con esperienza fino alla fine e portano a casa l’intera posta in palio conquistando i primi tre punti della stagione. Il Montefano si arrende, ma non può rimproverarsi di non averci provato o combattuto fino al termine.

Con solidità e cinismo il Porto d’Ascoli sale a quota 4 punti in campionato, dopo il pareggio all’esordio casalingo con il Valdichienti. I viola restano a 1 punto e rimandano l’appuntamento con la prima vittoria alla prossima gara, vale a dire la trasferta sul campo un Marina a punteggio pieno. La determinazione e lo spirito mostrati dal Montefano deve essere da monito per un campionato che si preannuncia equilibrato e duro come non mai negli ultimi anni. Gli uomini di Zappalà si confermano una formazione che farà un campionato di vertice per completezza della rosa e qualità di gioco, oltre che per personalità dei suoi uomini principali. 

Forza Viola!

(Luca Baiocco)

Condividi con:
Luca Baiocco addetto stampa Montefano Calcio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.