di Luca Baiocco

Tramite il Comunicato Ufficiale n.60 del 21/10/2019, nel pomeriggio di ieri la Lega Nazionale Dilettanti (LND) della regione Marche ha reso noti i meccanismi di promozione e retrocessione dei campionati di Eccellenza, Promozione, Prima e Seconda Categoria per la stagione sportiva 2019/2020.
Fari puntati da parte nostra sul massimo campionato regionale.

Come si prevedeva, con la diminuzione da 18 a 16 delle squadre partecipanti al torneo, sono cambiati i meccanismi di retrocessione rispetto allo scorso anno. Invariate invece le modalità per accedere al campionato nazionale di Serie D.

Andando con ordine, il comunicato recita:

PROMOZIONE ALLA CATEGORIA SUPERIORE per l’ECCELLENZA:
  1. La prima classificata al termine della stagione regolare;
  2. La 2° classificata, determinata tramite play-off, vincitrice delle finali nazionali;
  3. La vincitrice della fase nazionale della Coppa Italia Eccellenza.

Dunque saliranno di categoria dall’Eccellenza alla Serie D la vincente del campionato, poi la squadra che, dopo aver vinto i playoff regionali, arriva fino in fondo agli spareggi nazionali e infine la vincente della Coppa Italia di Eccellenza a livello nazionale.

I play-off saranno articolati nel seguente modo:

  1. la squadra 2° classificata disputa una gara di sola andata sul proprio terreno di gioco contro la squadra 5° classificata. Se il distacco fra la 2° e la 5° classificata è pari o superiore a 10 punti l’incontro di play off non verrà disputato e la società 2° classificata passerà al turno successivo. In caso di effettuazione della gara, qualora al termine dei tempi regolamentari dovesse persistere il risultato di parità verranno disputati 2 tempi supplementari. Persistendo ulteriore parità risulterà vincente la squadra che gioca in casa, o che deve ritenersi tale;
  2. la squadra classificata disputa una gara di sola andata sul proprio terreno di gioco contro la squadra classificata. Se il distacco fra la terza e la quarta classificata è pari o superiore a 10 punti l’incontro di play off non verrà disputato e la società 3° classificata passerà al turno successivo. In caso di effettuazione della gara, qualora al termine dei tempi regolamentari dovesse persistere il risultato di parità verranno disputati 2 tempi supplementari. Persistendo ulteriore parità risulterà vincente la squadra che gioca in casa, o che deve ritenersi tale;
  3. se il distacco fra la 2° e 3° classificata è pari o superiore a 10 punti gli incontri di play off non verranno disputati e la società 2° classificata accede alla fase successiva;
  4. le squadre vincenti le gare di cui ai punti 1 e 2 disputano un’unica gara, sul campo della squadra in migliore posizione di classifica al termine del campionato. Qualora al termine dei tempi regolamentari dovesse persistere risultato di parità verranno disputati due tempi supplementari. Persistendo ulteriore parità risulterà vincente la squadra che gioca in casa, o che deve ritenersi tale.
RETROCESSIONE ALLA CATEGORIA INFERIORE per l’ECCELLENZA

E’ questa la sezione che più interessa da vicino al Montefano, che ha come principale obbiettivo il mantenimento della categoria.

N. 3 RETROCESSIONI:           
direttamente: la 16° classificata
dopo i play-out: la 15° e 14° classificate

A scendere in Promozione saranno quindi l’ultima della classifica e le 2 squadre perdenti dei play out.

Gli stessi play-out saranno disputati nella seguente maniera:

  1. La squadra 12° classificata nel Campionato di Eccellenza disputa sul proprio terreno di gioco una gara di sola andata con la squadra 15° classificata. Se il distacco fra la 12° e la 15° classificata è pari o superiore a 10 punti l’incontro di play out non verrà disputato e la società 15° classificata retrocederà direttamente. In caso di effettuazione della gara, qualora al termine dei tempi regolamentari dovesse persistere il risultato di parità verranno disputati 2 tempi supplementari. Persistendo ulteriore parità risulterà vincente la squadra che gioca in casa, o che deve ritenersi tale.
  2. La squadra 13° classificata nel Campionato di Eccellenza disputa sul proprio terreno di gioco una gara di sola andata con la 14° classificata; se il distacco fra la 13° e la 14° classificata è pari o superiore a 10 punti l’incontro di play out non verrà disputato e la società 15° classificata retrocederà direttamente. In caso di effettuazione della gara, qualora al termine dei tempi regolamentari dovesse persistere il risultato di parità verranno disputati 2 tempi supplementari. Persistendo ulteriore parità risulterà vincente la squadra che gioca in casa, o che deve ritenersi tale.
  3. Le squadre che risultano perdenti nelle gare di cui ai punti 1 e 2, verranno classificate, rispettando l’ordine acquisito nella graduatoria al termine del campionato, al 15° e 14° posto nel Campionato di Eccellenza e, conseguentemente, retrocedono al campionato inferiore.
PRECISAZIONI

Nello stesso comunicato viene precisato che:
“Le gare di play-off e play-out devono essere disputate sui campi utilizzati dalle Società durante il Campionato. Il Presidente del Comitato, tuttavia, potrà disporre la disputa delle gare predette su campo diverso da quello utilizzato dalla Società ospitante nel corso del campionato, ove la capienza dello stesso sia ritenuta insufficiente per assicurare una congrua partecipazione dei sostenitori della Società ospitata. Il Presidente del Comitato potrà comunque adottare diversa determinazione in relazione a specifiche ed oggettive esigenze di carattere generale non collegate ad interessi specifici delle Società interessate.”

Inoltre:
“Al termine di ciascun campionato, soltanto in caso di parità di punteggio fra due o più squadre giunte al 1° posto e all’ ultimo posto nei campionati di Eccellenza, Promozione, 1^ e 2^ categoria e al 1° posto nel Campionato di 3^ Categoria, il titolo sportivo in competizione è assegnato mediante spareggio da effettuarsi sulla base di un’unica gara in campo neutro, con eventuali tempi supplementari e tiri di rigore con le modalità stabilite dalla regola 7 delle “Regole del Giuoco” e “Decisioni Ufficiali”.

In pratica quello che più interessa al Montefano è classificarsi tra le prime 11 per assicurarsi la salvezza diretta. Equivalente a lasciarsi alle spalle almeno 5 squadre, se meglio preferite.

Forza Viola !

Condividi con:
Luca Baiocco addetto stampa Montefano Calcio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.